Gestionale, ERP, agroalimentare, software, hardware, logistica, magazzino, produzione, salumifici, prosciuttifici, lavorazione carmi, pastifici, conserve pomodoro, conserve pesce, interfacciamento linee di produzione, bizerba, bilancia
  Home Page  
 
 
16
 

Food e Made in Italy Summit: la SostenibilitÓ per ripartire

 

Giovedì 9 Luglio si è tenuto in versione online l’annuale “Food e Made in Italy Summit”, organizzato da “Il Sole 24 Ore”. Tanti sono stati gli interventi di rilevanza e tanti i temi approfonditi durante l’incontro via web.
A partire da oggi, ogni settimana pubblicheremo un aggiornamento riguardante uno dei temi trattati per offrire spunti di riflessione sul settore food con il quale lavoriamo da anni.
L’intervento dell’europarlamentare Paolo De Castro ha delineato l’iniziativa europea del Green Deal, che a sua volta darà vita a due progetti ovvero Farm to Fork e Biodiversity Strategy.

 

 

Prosegui con la lettura per saperne di più...

 

 
       
     

Abbiamo approfondito in cosa consiste il progetto Farm to Fork in un nostro articolo, clicca qui per leggerlo
Il fattore che ha trovato in accordo tutti gli interlocutori dell’evento è stato quello della sostenibilità come mezzo per la ripartenza post emergenza e come obiettivo da raggiungere per i prossimi anni, specialmente per il settore alimentare. Si parla di una sostenibilità ambientale per ridurre al minimo quello che è l’impatto sulle nostre preziose risorse, affiancata però ad una sostenibilità sociale e soprattutto ad una sostenibilità economica, per dare sostegno concreto e valorizzare chi decide di intraprendere questo percorso di rinnovamento gestionale e produttivo.
Già molte realtà hanno introdotto nei loro business plan il valore ambientale oltre a quello meramente economico, tuttavia non si tratta di misure immediate i cui risultati possono essere riscontrati nel breve termine, per questa ragione è necessario un giusto piano di supporto e formazione.
In una visione di lungo termine occorrono quindi: tecnologie Iot, competenze e soprattutto un cambiamento di mentalità sia da parte del produttore sia da parte del consumatore.
Per veicolare al meglio questa transizione e rafforzare la competitività del comparto agroalimentare sono necessarie una politica a sostegno e misure strutturali, innovazione dei prodotti per incontrare le esigenze del mercato, applicazioni tecnologiche e investimenti in competenze per garantire un salto di qualità anche dal punto di vista gestionale.


 

 


Non esitate a contattarci per avere una consulenza personalizzata.

 
         
         
 
 
     
 
                   
                   
                   
                   
  Copyright® ALISTAR Informatica Srl- P.IVA 01938710355